Bambini

Non educare tuo figlio ad essere ricco ma educalo ad essere felice

Non educare tuo figlio ad essere ricco ma educalo ad essere felice anche nella libertà


Oggi giorno sembra che i genitori debbano dare ai propri figli tutto quello che esiste al mondo. Se loro chiedessero la luna probabilmente ci sarebbe qualcuno che andrebbe a prenderla. In questo “Rovazzi” ci azzecca nelle sue canzoni quando ironicamente va sulla luna e ci scrive su con la bomboletta a spray il nome della sua canzone per la fidanzata. Non educare tuo figlio ad essere ricco ma educalo ad essere felice. E’ tutto un mondo con i piedi per aria, dove è difficile il contatto fisico e più facile quello attraverso i social.

Zygmunt Bauman in Amore Liquido addirittura scrive: “la nostra è un’epoca nella quale i figli sono prima di ogni altra cosa e più di ogni altra cosa, oggetti di consumo emotivo. I figli sono desiderati per la gioia dei piaceri genitoriali che si spera arrecheranno, il tipo di gioie che nessun altro oggetto di consumo, per quanto ingegnoso e sofisticato, può offrire.”

 Se i figli sono oggetto di consumo dei genitori, sono di proprietà dei genitori? Vuol dire che dovranno fare quello che i genitori gli diranno? Vuol dire che i genitori avranno un uso esclusivo dei loro figli? Decideranno per loro? Faranno le cose per loro?

Papa Francesco dice: “I figli devono crescere senza scoraggiarsi, passo dopo passo”, “Se voi, una famiglia, genitori, dite ai figli: “Ma, saliamo su quella scalina” e prendete loro la mano e passo dopo passo li fate salire, le cose andranno bene. Ma se voi dite: “Vai su!’. “Ma non posso”. “Vai!”, questo si chiama esasperare i figli, chiedere ai figli le cose che non sono capaci di fare. E per questo, questo rapporto tra genitori e figli è di una saggezza, deve essere di una saggezza, di un equilibrio tanto grande”. ” cerchiamo di capire “dove” i figli veramente sono nel loro cammino? Dov’è realmente la loro anima, lo sappiamo?” E dice ai figli: “Cari giovani, non sotterrate i talenti, i doni che Dio vi ha dato! Non abbiate paura di sognare cose grandi!”. Non educare tuo figlio ad essere ricco ma educalo ad essere felice investendo nei suoi talenti.

Il Testo completo di Oltre l’Oceano film disney Oceania di Chiara Grispo

L’acqua segna un confine nascosto
oltre cui non mi spingo
il mio mondo è tutto qua.
In me, c’è una figlia premurosa,
ma vorrei piú di ogni cosa
avere la libertà.
Di fuggire via,
di esplorare il mare,
non succede mai,
nulla puó cambiare
ma mi fermerò, quando troverò
il posto adatto a me.

L’acqua sembra chiamarmi a se,
per nome! Ed io non so, dov’è che andrò.
Anche il vento mi sfiora e continua ad attrarmi,
lo seguirò
e un lungo viaggio quello che affronterò.
Però tutti paiono felici,
qui non cambiano mai niente,
penso ti ci abituerai.
Hanno quei bei volti sorridenti,
sono sempre contenti
ed appartengo a loro ormai.
Posso comandare,
lo dimostrerò,

mi saprò adattare se mi impegnerò,
ma la voce dentro che grida no,
cresce forte in me!
Credo che qui la luce potrà guidarmi
stavolta no, non mi opporrò.
Sembra quasi che speri anche lei di trovarmi,
la cercherò.
Cosa ci sará chi mi attende la.
L’orizzonte mi chiama a se
per nome,
ed io non so
dov’è che andrò.
Anche il vento mi sfiora e continua ad attrarmi,
lo seguirò.
Ce la farò!

Trailer del Film Oceania

Rispondi