Aristocratica Eventi Mamme Papà

Mamme e Famiglie di Altamura: a sostegno una rete territoriale? | FOTO

Mamme e Famiglie di Altamura: a sostegno una rete territoriale?

“In rete, valorizzando le professionalità e le risorse di ciascuno e parlando una lingua comune, permette di rispondere ai bisogni delle mamme e delle famiglie per un supporto concreto e più funzionale”

Questa è stata la conclusione dell’incontro tra Associazioni ed Organizzazioni che si occupano nel nostro territorio di famiglia e della donna con particolare attenzione alle mamme, che sono chiamate a svolgere un ruolo importante e difficile nella società: quello di dare “base sicura” ad un figlio ha detto la dott.ssa Moramarco, dirigente del Consultorio Familiare di Altamura dell’Asl Bari.

L’incontro si è tenuto lo scorso undici settembre ad Altamura promosso dal Consultorio Familiare di Altamura insieme alla rivista online delle mamme www.AristocraticaNews.it.

 

Invito riunione Asl Aristocratica News

All’incontro hanno partecipato le Associazioni e Organizzazioni territoriali: Psicologicamente, Lo Scrigno, Memory Caffè, Centro Antiviolenza “Liberamente”, Comunità di Fornello, Donne in, Vincenziane, Aide “Voci di Murgia”, Opera Mariana del Samaritano, Ufficio Pastorale Familiare Diocesano, Consultorio Familiare Diocesano “Amoris Laetitia”, Comitato genitori bambini speciali, Anffas onlus , il gruppo mamme di Altamura, Pari opportunità Regione Puglia.

 

 

Lucia Rifino, coordinatrice del Centro Antiviolenza “Liberalmente”, ha spiegato che vengono offerti servizi gratuiti, con consulenze e sportello di ascolto. E’ attivo un numero di telefono. Le donne, vittime di violenza, possono chiamare per avere informazioni e sostegno.

Feliciana Fiore, psicologa dell’invecchiamento, fa parte della cooperativa Memory Caffè Onlus, che offre servizi per il decadimento cognitivo della persona e si occupa di prevenzione per l’invecchiamento mentale.

Mariolina Tirelli, volontaria insieme a suo marito Lorenzo, del Consultorio Familiare Diocesano “Amoris Laetitia”. La sede, presso la parrocchia della Trasfigurazione, è operativo da circa due anni e registra, attualmente, sessanta accessi. L’equipe operante è formata da volontari tra psicologi e personale qualificato.

Maria Maddalena Digioia, assistente sociale del Consultorio Familiare di Altamura, ha parlato della organizzazione e della mission consultoriale. E’ un servizio pubblico gratuito di tutela ed assistenza alla donna italiana e straniera ed alla famiglia in tutte le fasi di vita che si occupa di prevenzione primaria e di educazione alla salute, soprattutto per i giovani, per cui è attivo uno sportello anche itinerante nelle scuole del Distretto (Altamura, Gravina e Santeramo). L’equipe è composta da assistenti sociali, ginecologi, ostetriche, psicologhe.

Vitina Tricarico, segretaria dell’associazione “Donne in”, riferisce che l’associazione è nata venticique anni fa. Si occupa di attività varie dedicate alle donne e alla cultura. La sede è situata di fronte alla chiesa di Santa Chiara.

Rosa Crispino, missionaria dell’”Opera Mariana del Samaritano è responsabile di una comunità di accoglienza per mamme e bambini, sita in piazza San Lorenzo. Vi si rivolgono anche persone che vivono diversi disagi e difficoltà.

Don Saverio, sacerdote della Comunità di Fornello e cappellano del carcere di Altamura, riferisce che l’associazione Fornello porta avanti una serie di iniziative tra cui il servizio per la dipendenza dal gioco e si occupa di sostegno alle famiglie.

Grazia Lorusso, presidente dell’Associazione “Aide Voci di Murgia”, ha attivato una serie di iniziative sulla violenza sulle donne e di carattere culturale, in rete per trattare queste tematiche.

Cornelia Disabato, rappresentante dell’Associazione “Genitori Speciali”, parla di un’organizzazione nata per stare accanto ai genitori con bambini disabili e sostenerli a 360 gradi, soprattutto nell’attivazione di forme di assistenza nel percorso scolastico.

Teresa Nuzzolese, componente dell’Associazione “Psicologicamente”, descrive lo sportello di ascolto itinerante in farmacie e parrocchie per offrire supporto psicologico gratuito. L’associazione offre la collaborazione a progetti Istituzionali. In particolare, ha partecipato a quello sulla Legalità, organizzato dal Ministero di Giustizia, tramite il Servizio Sociale per Minori in messa alla prova in seguito a procedimento penal , con interventi molto efficaci sulle emozioni e sull’affettività, che hanno riscontrato l’interesse dei ragazzi, di solito demotivati.

Michele Lomurno, papà componente del gruppo delle mamme di Altamura, si occupa di comunicazione online fondatore insieme alla rivista delle mamme del Gruppo Facebook delle Mamme di Altamura.

Angela Miglionico, componente della Commissione Pari Opportunità per la Regione Puglia e consigliere comunale di Altamura, ha invitato tutti a partecipare ad un incontro regionale del forum per le famiglie, per collegarsi, a livello territoriale ad una rete regionale ed attivare un processo per superare il problema del reperimento delle risorse.

Monica Desantis, ostetrica dell’ospedale dell’Alta Murgia, si occupa dell’associazione “Lo Scrigno”, soprattutto per la promozione dell’allattamento al seno congiuntamente a Nicoletta Princigalli, avvocato e mamma. L’associazione nasce dal desiderio di farsi carico dell’infanzia e della cura dei bambini. Uno degli obiettivi è generare culture non violente: un bambino educato con amore sarà non violento. Inoltre, si occupa di donne con bambini piccoli e in fase di allattamento come peer counselor mamme alla pari per fare buon uso dell’esperienza alla pari per sostenere donne che allattano. Da giugno nella rete “Fiocchi in Ospedale di Save the Children”, una rete di associazioni per la definizione e condivisione delle buone prassi per i bambini nei primi anni di vita.

Mirella Bruno, giornalista e comunicatrice, fondatrice della rivista delle mamme “Aristocratica News” in cui si parla di genitorialità, bambini, donne, mamme, papà. La rivista ha il nome “aristocratica” perché, quando la donna diventa mamma, tende alla nobiltà d’animo, modifica le sue priorità. Grazie alla rivista, molte mamme chiedono aiuto per motivi diversi all’interno di un gruppo facebook della rivista “le mamme di Altamura”, che permette uno scambio continuo di notizie e consigli.

Biancamaria Dimaio, presente nella sua doppia veste di dirigente medico ginecologa del Consultorio Familiare di Altamura e Presidente delle Vincenziane. Le Vincenziane si prendono cura di adulti, bambini, anziani, famiglie in disagio e li accompagnano nel loro percorso di vita portando soprattutto alle mamme, aiuto morale ed economico, andando a casa.

Anna Pappalardo, presidente dell’”Anffas” da trent’anni guida un’associazione nata per l’esigenza delle famiglie con disabili per affermare i propri diritti. L’associazione nel tempo ha raggiunto molti obiettivi importanti. Oggi esistono due centri ad Altamura nel centro storico per l’art. 105 ( per ragazzi lievi) e nella zona Trentacapilli per l’art. 60 (per i ragazzi gravi) che richiedono assistenza.

Teresa Fiore responsabile Ufficio Pastorale Familiare Diocesano ha detto singolarmente non siamo in grado di decidere nulla, riportiamo tutto in commissione, in accordo nello sperimentare una rete funzionale tra le organizzazioni.

Mariella Moramarco, dirigente del Consultorio Familiare di Altamura della ASL Bari, ha spiegato che lo scopo dell’incontro è stato quello di conoscersi e conoscere i bisogni delle famiglie e della donna al fine di ottimizzare le risorse, utilizzare le peculiarità delle professionalità ed esperienze nel campo di ciascuno, perché in rete ( pensando di formalizzarle anche) si possa rispondere ai bisogni che, in particolare, dal gruppo delle mamme della rivista chiedono. Insieme sarà possibile programmare interventi più funzionali per l’intero territorio.

L’incontro è stato utile perché tutti hanno espresso la volontà di riunirsi in una rete funzionale per approfondire le tematiche rispetto alla famiglia, fare delle programmazioni mirate e condivise, coinvolgendo anche altri attori che sul territorio si occupano di famiglia che non erano presenti in questa tornata.

Nello specifico, il Consultorio Familiare di Altamura insieme alla rivista delle Mamme “Aristocratica News” attiverà una serie di incontri a tema, quindicinalmente, il martedì pomeriggio. I temi saranno indicati tramite sondaggio dalle mamme della rivista o proposti dalla rete delle Associazioni e Organizzazioni intervenute.

 

 

 

Rispondi