Aristocratica Mamme neonati Papà

Francesca Zaccaria fotografa di neonati e della maternità

Francesca Zaccaria fotografa di neonati e della maternità

Mi chiamo Francesca Zaccaria, ho 39 anni, sono mamma di due splendide ragazze Claudia e Carlotta. I miei studi non hanno niente a che fare con la fotografia, sono laureata in tedesco e inglese, ma ad un certo punto ho scoperto la fotografia e nello specifico la bellezza della fotografia dei neonati, fino a quel momento a me sconosciuta. Mi si è aperto un mondo, immagini di dettagli minuscoli, labbra, ciglia, manine e ho iniziato a studiare questo particolare genere fotografico.

Da cosa nasce l’idea di fotografare la maternità?
Ho vissuto la mia maternità in maniera splendida, l’ho sempre definito “uno stato di grazia”, amo il corpo femminile e le sue forme durante la maternità. Inoltre credo sia importante far vedere ai nostri figli dove hanno trascorso i loro nove mesi, come è bella e felice la mamma. Ritengo che la donna sia bellissima durante la gravidanza e credo valga la pena conservare un  bel ricordo di questo momento unico e speciale.

 

Quali sono i suoi soggetti preferiti e come nasce la sua ispirazione?
Amo ritrarre le persone, naturalmente mi piace fotografare moltissimo i neonati, anche di dieci o quindici giorni, appena nati e le donne in attesa. Le forme che assumono i loro corpi, sono uniche e irripetibili. I neonati e le donne in attesa sono delle opere d’arte vere e proprie. Cerco sempre di coinvolgere l’intera famiglia quando fotografo i neonati, perché il mio scopo è quello di raccontare una storia  attraverso le mie foto. La storia di una nuova famiglia, che vive un momento magico e poetico che si evolve in fretta. Questa fotografia serve a bloccare degli attimi che durano pochissimo, una foto del nostro bambino tra le nostre mani sarà un dolce ricordo per sempre.

Cosa consiglia alle donne che nel periodo della loro gravidanza sentono il loro corpo non appartenergli più perchè in evoluzione?
Consiglio di pensare al miracolo che sta accadendo nelle loro pance. Bisogna imparare a guardarsi con occhi nuovi e diversi, apprezzare i cambiamenti e accettarli. Siamo esseri in continua evoluzione, anzi con la gravidanza noi donne miglioriamo e diventiamo più consapevoli di noi stesse.

Come possono contattarla le nostre mamme della rivista?
Mi possono contattare tramite social: Instagram o Facebook.

 

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: