Aristocratica News

la rivista delle mamme

Famiglia invitata ad una festa di compleanno, si ritrova protagonista dell’evento

Famiglia invitata ad una festa di compleanno, si ritrova protagonista dell’evento

L’artista altamurana Giovanna Debernadis mette in scena una mostra personale i cui invitati sono i soggetti stessi dell’installazione

L’artista altamurana Giovanna Debernardis ha organizzato la sua festa di compleanno per festeggiare i suoi anni insieme a sua sorella gemella e in quella occasione ha pensato di fare a tutti una grande sorpresa, far diventare gli ospiti co-protagonisti dell’evento dipingendo per ognuno dei suoi familiari un ritratto e successivamente, allestendo la sua casa come un museo.

All’ingresso della sala ha sistemato i dipinti dei genitori e della suocera, poi a seguire le tele delle sorelle, dei fratelli, cognate, cognati e nipoti. I Debernadis sono noti ad Altamura per via del negozio “Giovanna Della Lana”, diventato famoso grazie ad un grande lavoro di tutta la famiglia, oggi sono proprio le cinque sorelle a portare avanti l’attività aziendale. Fu proprio il lavoro nell’ambito del tessile che ispirò gli studi di Giovanna e l’influenza di alcuni artisti di famiglia, che la portò a propendere verso la scelta universitaria dell’Accademia delle Belle Arti, una esperienza molto importante per la sua formazione. Il fare le cose permette ai sogni di realizzarsi.

L’organizzazione della mostra non è stata affatto semplice, perchè Giovanna ha molti impegni come madre, moglie e donna lavoratrice, così nei ritagli di tempo, durante le chiusure dettate dalla pandemia, e con l’aiuto dei suoi figli, è riuscita a completare tutte le opere e ha stupito tutti con quella singolare ed inaspettata esposizione.

Durante l’evento si notavano quelle facce tra lo stupito, l’entusiasta e il perplesso, perchè oltre a dipingere i volti dei suoi familiari, in ognuna delle opere è ben visibile l’essenza che l’artista ha colto per ognuno di loro. Le passioni, gli sguardi, i sorrisi, i colori, le interpretazioni del sè attraverso i colori, i segni e le trasformazioni, un lavoro certosino in cui Giovanna ha raccontato il suo punto di vista sulla sua famiglia, riuscendo in alcuni casi, a dare anche dei piccoli suggerimenti di vita.

Alcune opere di Giovanna Debernardis sono state donate alla sua famiglia, come quelle che ha realizzato per i suoi nipoti.

La famiglia Debernadis nel 2013 fu colpita da un lutto molto grave che scioccò la penisola intera, in provincia di Taranto e precisamente nella località balneare di Campomarino cadde un fulmine che provocò la morte di Giovanni Carlucci, il figlio di sua sorella gemella, allora dodicenne. Una morte molto sofferta per tutta la comunità. Grazie alla fede in Dio la famiglia è riuscita a trasformare il dolore per la perdita di un figlio in un grande amore per il prossimo. Giovanna ha realizzato anche un’opera per il suo nipotino Giovanni.

Contattaci su Whatsapp
Invia
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: