Altamura Bambini Gravidanza Post Parto

Come funziona l’allattamento al seno?

Come funziona l’allattamento al seno? Lo ha spiegato a mamme e neo mamme la dott.ssa Irene Dambrosio presso la farmacia Giordano di Altamura.

Quando nasce un bambino, nasce anche una mamma” così ha aperto la dott.ssa Irene Dambrosio il corso organizzato per mamme e neo mamme ad Altamura presso la farmacia Giordano.

 

Dopo il parto per il neonato le braccia della mamma, la sua pelle e il suo calore sono l’unico porto sicuro. La mamma dopo aver superato la grande sfida di mettere al mondo un figlio deve pensare subito alla sua nutrizione e la soluzione più adatta per molte ragioni è decidere di attaccare il bambino al seno materno.

 

E’ molto importante che il bambino assuma il colostro quelle poche gocce di latte materno che fuoriescono nei primi giorni di allattamento, quel latte denso e giallastro con elevate proprietà nutritive, povero di grassi, ma ricco di carboidrati, proteine e anticorpi, altamente digeribile, con un effetto lassativo per l’eliminazione del meconio, per l’eccesso di bilirubina e la prevenzione dell’ittero. Una sorta di vaccino naturale, ricco di globuli bianchi e anticorpi il colostro filma come una vernice le pareti dell’intestino.

La mamma deve occuparsi prima di tutto di se stessa e del suo benessere, stando bene potrà dedicarsi al cento per cento al suo bambino, donandogli altrettante sensazioni di benessere e serenità. Tra le regole d’oro per una neo mamma: pazienza, calma e serenità, concilieranno con i ritmi lenti del periodo post parto.

Quali sono i vantaggi di allattare al seno sia per il bambino che per la mamma?

 

Vantaggi per il bambino

  • minore incidenza di allergie e atopie
  • minore incidenza di malattie metaboliche, obesita, diabete ed ipertensione
  • Miglior sviluppo intellettivo (per acidi grassi a lunga catena)
  • quantitativo ottimale di luteina (per la vista)
  • il latte materno è altamente assimilabile, digeribile con 87% di acqua, sempre pronto e alla giusta temperatura
  • minore incidenza di celiachia e SIDS (Sindrome della morte improvvisa del lattante)

Vantaggi per la mamma

  • stimola il rilascio di ossitocina e contrazione dell’utero con minore incidenza di emorragie pot-partum
  • più veloce recupero della forma fisica perchè aiuta a bruciare calorie
  • minore depressione post-partum perchè migliora l’autostima materna e la fiducia in se stestessa inducendo il rilascio di endorfine
  • l’allattamento esclusivo al seno aiuta a distanziare le nascite
  • minore incidenza di tumore al seno, ovaie e osteoporosi in menopausa
  • aiuta a stringere i legami familiari e il legame tra mamma e babino

Come si produce il latte materno? La produzione di latte è determinata dalla suzione del bambino, più il bambino resta attaccato al seno e più le ghiandole mammarie producono latte oppure se non è possibile attaccare subito il bambino al seno, si può stimolare meccanicamente la produzione di latte delle mammelle attraverso l’utilizzo di un tiralatte.

 Quando cominciare e per quanto tempo?

  • Entro un’ora dalla nascita
  • L’Organizzazione Mondiale della Sanità raccomanda l’allattamento esclusivo fino a sei mesi compiuti (bisogna osservare i segnali del bambino che ti indicano che è pronto)
  • dai sei mesi è possibile iniziare  l’introduzione di alimenti complementari e continuare l’allattamento materno sino a due anni o più
  • se si sospende all’anno meglio il latte di crescita rispetto al latte vaccino

 

 

 

 

 

 

 

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: