Alimentazione Consigli d'acquisto neonati

Biberon anticolica, quale scegliere?

Biberon anticolica, quale scegliere?

L’allattamento può avere vari momenti, quando nasce un bambino e la mamma decide di allattarlo esclusivamente al seno, non sa quante difficoltà sono collegate a quella scelta. Ci sono donne che riescono subito ad attaccare il bambino alla mammella e non avere problemi durante tutto il corso dell’attamento, ci sono invece donne a cui potrebbe verificarsi la comparsa di ragadi, ferite provocate dalla suzione che quando si infettano possono sfociare in mastite. La mastite determina un ingorgo del latte, il latte non riesce più a fuorisciure naturalmente dal capezzolo e in quel caso continuare un allattamento naturale è difficile, perchè la mamma prova dolore quando il bambino si attacca a causa delle ferite, e il neonato non riesce a nutrirsi perchè il latte è ingorgato nei seni materni.

Una soluzione in questi casi è l’utilizzo di un tiralatte, ne abbiamo parlato in questo articolo Come funziona il tiralatte?, infatti con l’ausilio di un tiralatte è possibile estrarre il latte materno dai seni e poi nutrire il neonato.

La scelta del biberon con cui somministrare il latte materno al bambino è altresì importante, Philips Avent ha proposto un nuovo biberon anticolica.

Philips Avent ha studiato un biberon anticolica in grado di evitare che l’aria entri nella tettarella. La nuova valvola assicura che la tettarella sia sempre piena di latte, anche quando il biberon è in posizione orizzontale, in modo da permettere un corretto allattamento e ridurre l’ingestione di aria.

Proprio grazie a questa valvola speciale, si evita la formazione di vuoto così che l’aria rimanga all’interno del biberon e non nel pancino del bimbo, favorendo la riduzione di coliche, gas e reflusso.

 

 

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: