Bambini Giochi

Acquaticità neonatale: quando iniziare?

Acquaticità neonatale: quando iniziare? Questa è una delle domande che si fanno i genitori che vorrebbero avicinare il loro bambino all’acquaticità.

Per sfatare ogni dubbio e perplessità abbiamo sentito un’istruttrice di secondo livello riconosciuta dalla Federazione Italiana Nuoto, specializzata in acquaticità neonatale, Grazia Continisio che lavora presso l’Empire Sport Center di Altamura da nove anni.

Dieci anni fa scoprii di essere in attesa del mio piccolo Thomas. L’amore che avevo già da anni per il nuoto si unì all’amore che provavo nei confronti del mio bambino e, supportata anche da mio marito, decisi di diventare istruttrice neonatale e portare qui ad Altamura una nuova realtà. Sono sincera, all’inizio le mamme erano terrorizzate dalla tenerissima età dei loro bambini e dalla mia tenera età di soli 22 anni, ma fu subito amore. Le mie prime mamme sono tutt’ora mie amiche ed i loro bambini nuotano ormai come agonisti. Grazie alla loro fiducia ed alla fiducia della struttura in cui lavoro oggi posso dire di essere orgogliosa del lavoro svolto

Che cos’è l’acquaticità neonatale? E da che età si inizia?

L’acquaticità neonatale è un’attività ludico-sportiva acquatica che accompagna bambini e genitori nei primi anni di crescita. Solitamente i primi mesi del bambino sono un pò critici, ci sono questi due esseri umani con un abisso di differenze sia anagrafiche che sentimentali che cominciano a convivere 24h su 24, la mamma e il papà  devono necessariamente fondere le loro esistenze con il bambino, sono come due realtà sconosciute.

Quali sono gli obiettivi di questo tipo di corso? Quali sono i vantaggi per un genitore e per il suo bambino nel frequentare un corso in una così tenera età?

L’acquaticità neonatale è una di quelle attività che aiuta genitore e bambino a conoscersi meglio e alleggerisce questo momento complicato di vita.

Il mio primo obiettivo è raggiunto una volta trovato questo equilibrio entra in azione l’acqua che rende tutto più divertente, interessante e magico.

Il bambino fa degli esercizi guidati da me attraverso il genitore ed oltre a rafforzare apparato muscolo-scheletrico, apparato cardio vascolare, apparato respiratorio, sistema immunitario, viene stimolato mentalmente e impara ad essere autonomo in acqua ed a gestire le immersioni subacquee.

Acquaticità neonatale, quando iniziare? Tutto ciò può cominciare già dai tre mesi fino al compimento dei tre anni, quando il bambino sarà pronto per la scuola nuoto senza il genitore.

Cosa bisogna comprare per portare in acqua i neonati?

Per portare in acqua il neonato serve semplicemente un costumino contenitivo e una crema per un massaggio prenatatorio, poi tanta voglia di imparare e divertirsi.

Questa è la lettera che Grazia Continisio consegna ai genitori prima di iniziare il corso di acquaticità neonatale:

Credo che insieme ad un figlio nascano anche un papà ed una mamma.

Sicuramente anche loro alle prese con mille novità, non troveranno questo viaggio così semplice…

crescere inseme per me, non significa preoccuparsi solo e soltanto che il proprio piccolo mangi o non mangi, si ammali o non si ammali, sia coperto o sia scoperto, sia grande o sia piccolo, rigurgiti o non rigurgiti, dorma o non dorma!

Per me crescere un figlio non vuol dire solo crescere un umano, fatto di carne ed ossa!

Per me crescere un figlio significa crescere soprattutto un ANIMA FELICE!!

Dedicarsi ai propri figli significa, non solo portare lo stipendio a casa, ma inginocchiarsi per diventare piccoli piccoli come loro e guardare il mondo dal loro punto di vista, e poi giocarci, giocarci, giocarci e giocarci ancora, fino a non sentirsi più le gambe e le braccia!

Quante volte durante le mie lezioni in piscina i genitori lamentano dolori alla schiena perchè devono piegarsi per guardare i propri pesciolini negli occhi e capire se vogliono la pallina rosa o la pallina gialla…

L’AMORE è QUESTO!!!!

E’ rendere FELICE chi ami, non sazio! Ma semplicemente FE-LI-CE!!

Quello che costruiamo insieme in acqua non è il futuro Magnini o la futura Pellegrini…

Il corso di acquaticità è solo per chi ne capisce il vero senso, quello profondo!

Non è fatto di foto o video da condividere sui social…

E’ fatto di sorrisi, sguardi , carezze …è fatto di cose concrete che si sentono solo vivendole!

Spero di non essermi dilungata troppo

Grazie di vero cuore per esservi fidati di me

Ma soprattutto grazie per esservi fidati dei vostri figli

Con amore, Grazia.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: